Bar Sport, racconti di vita e di gioco

Dal 23 al 25 ottobre, tre giorni di incontri a Teatro Due, Auditorium Paganini e anteprima film all’Edison.

2015 10 01 ferraris marani bar sport w

Enrico Brizzi, Ubaldo Scanagatta, Raffaella Reggi, Andrea Zorzi, Marco Pastonesi, Gianfelice Facchetti, Federico Buffa e tanti altri saranno protagonisti a Parma di “Bar Sport” una tre – giorni dedicata al filo rosso che unisce sport e letteratura, in calendario dal 23 al 25 ottobre.

L’iniziativa, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, con la collaborazione dell’Assessorato allo Sport, è stata presentata in Municipio dagli assessori Laura Maria Ferraris e Giovanni Marani, in una conferenza stampa introdotta da un filmato con le voci dei campioni di Parma di ieri e di oggi, che hanno letto alcuni fantastici brani dedicati allo sport.

“Questa rassegna – ha affermato Laura Maria Ferraris – potrebbe essere l’edizione zero di un ciclo che si apre all’insegna del magico incrocio fra sport e letteratura, che vede intrecciarsi vite, storie, sfide di protagonisti che hanno lasciato un segno e hanno regalato emozioni a tanti di noi. Bar Sport – ha concluso Ferraris – nasce da un’idea dell’assessorato alla cultura, ma anche grazie alla collaborazione dell’assessorato alo sport, di Teatro Due e al sostegno prezioso di Banca Intesa. E’ una prospettiva particolare, una formula innovativa che intende rendere giustizia al valore della letteratura sportiva, tanto spesso ingiustamente trascurata”.

Lo sport non è solo il gesto tecnico – ha fatto rilevare l’assessore Giovanni Marani – è etica, epica, immagine di un podio o di una bicicletta sollevata, o di un atleta di colore che trionfa davanti al fuhrer, è la storia di imprese che hanno bisogno di essere raccontate, ma è anche la scommessa di “Portiamoli a Rio” per i campioni parmigiani dello sport adattato o dei defibrillatori di cui vogliamo dotare tutti gli impianti. Dentro Bar Sport c’è anche tutto questo”.

La rassegna, ad ingresso gratuito e sostenuta da Banca Intesa S.p.A., si aprirà venerdì 23 ottobre presso Teatro Due: alle 18 ci sarà il reading IN PIEDI SUI PEDALI in cui lo scrittore Enrico Brizzi, accompagnato dalla super-band parmigiana dei Winter dies in June, leggerà brani del suo libro fresco vincitore del Premio Bancarella Sport. A seguire, alle 19.30, consigli di lettura per appassionati di tennis a cura di Ubaldo Scanagatta e Raffaella Reggi introdotti da Ezio Pellegrini e, infine, alle 21, lo spettacolo di Andrea Zorzi, gloria della pallavolo parmigiana e nazionale, LA LEGGENDA DEL PALLAVOLISTA VOLANTE.

Sabato 24 la rassegna proseguirà, sempre a Teatro Due, alle 18 con Giorgio Terruzzi, giornalista e sceneggiatore, che presenterà il suo nuovo libro OMAGGIO A VALENTINO accompagnato al pianoforte da Priscilla Marvel e introdotto da Guido Schittone. Alle 19.30 si parlerà di palla ovale con uno dei massimi giornalisti esperti di questo sport, Marco Pastonesi, che racconterà al giornalista Pietro Furlotti e al pubblico il suo OVALIA. DIZIONARIO EROTICO DEL RUGBY. A fine serata, sarà il nuovo spettacolo di Gianfelice Facchetti, figlio di Giacinto, bandiera dell’Inter, MI VOLEVA LA JUVE, a dare uno sguardo poetico sul mondo del calcio ma anche sul mondo del teatro.

La rassegna si sposterà domenica 24 ottobre all’Auditorium Paganini dove, dopo la presentazione dell’ultimo numero della rivista La Luna di Traverso dal titolo FUORI CAMPO, dedicata proprio allo sport, in calendario alle ore 18, presso la caffetteria dell’auditorium, alle ore 21 sarà protagonista della serata al Paganini Federico Buffa, che presenterà lo spettacolo teatrale LE OLIMPIADI DEL 1936, con cui sta riscuotendo successi in tutta Italia.

In contemporanea, presso il cinema Edison in Largo 8 Marzo, sempre nell’ambito di Bar Sport, verrà presentato in anteprima nazionale il film “Una vita spericolata”, con Steve McQueen, unico spettacolo a pagamento dell’intera rassegna.

Bar Sport sarà l’occasione per sensibilizzare il pubblico su alcune campagne sociali promosse tra gli altri dal Comune di Parma. Nei tre giorni di rassegna sarà infatti possibile approfondire e contribuire ai progetti “Special Olympics”, “Abili allo Sport – Portiamoli a Rio” e “A Parma lo sport è per la vita”.