Calcio

atletica

A Parma viene praticato il calcio a 5 e il calcio a 11 per atleti con disabilità psichica o intellettiva relazionale.
A livello internazionale, per atleti con disabilità visive (ipovisione o cecità), si gioca il calcio a 5-un-lato, secondo le regole Fifa; la particolarità sta nel pallone, dotato di dispositivi sonori (sonagli) che emettono un suono udibile dagli atleti. Le squadre possono servirsi di guide (vedenti), posizionate a bordo campo insieme all’allenatore: sono loro che dettano istruzioni ai giocatori per aiutarli nei movimenti. Inoltre, il campo è circondato da sponde alte 130 centimetri, in modo tale che la palla possa uscire solo dalle linee di fondo e non ci siano rimesse laterali. Ogni squadra è formata da cinque giocatori, compreso il portiere che non deve soffrire di cecità totale e che può essere anche un vedente, purché non sia stato un tesserato Fifa per almeno cinque anni. Gli altri giocatori, invece, sono tutti bendati, onde evitare che qualcuno possa trarre un vantaggio da un minor grado di disabilità.

Il calcio a 7-un-lato vede 7 giocatori in campo, che possono avere disabilità differenti. Principalmente le squadre sono composte da atleti con lesioni cerebrali. Nelle gare non c’è fuorigioco e le rimesse laterali possono essere effettuate con una sola mano, con la palla che deve rotolare sul campo e non deve essere lanciata, come invece avviene nel calcio per atleti abili.

 

A chi rivolgersi:

 

Va’ Pensiero

Dove: Campo sportivo del circolo Inzani di Moletolo, via Anedda 3/A – Parma

Quando: allenamento il martedì dalle 15.00 alle 17.00

Sesso: maschi e femmine

Età: dai 18 anni in su

Varie: attività riservata ai disabili psichici e ai disabili intellettivi relazioni.

Possibilità di integrazione con gli atleti abili. Si pratica sia il calcio a 5 sia il calcio a 11. Si partecipa anche a partite e tornei.

Referente: Stefano Cavalli 335 6958883

E-mail: vapensieropr@live.it

Web: in costruzione

 

 

 

<< TUTTI GLI SPORT