Grandi risultati della nazionale italiana di Pesistica Paralimpica

lunedì 27 luglio hanno preso il via, ad Almaty in Kazakistan, gli Asian Open di Pesistica Paralimpica, gara valida per le qualificazioni alle Paralimpiadi di Rio;  l’Italia si è presentata al via ambiziosa di portare i suoi atleti a giocarsi la qualifica.
Lunedì il primo a scendere in pedana, nella categoria fino a 59kg, è stato Ludovico Forte che alla sua prima esperienza internazionale entra in gara con 120kg e li esegue perfettamente; dopodiché il bilanciere passa a 125kg (risultato valido come minimi per le Paralimpiadi) il bilanciere sale ma la chiusura non è perfetta sia per la seconda che per la terza prova che risultano non valide, poco male perché vi è la convizione che questa misura verrà esegiita ai prossimi Europei!
Subito dopo è il turno di Matteo Cattini, categoria fino a 65kg, che in prima prova sbaglia i 130kg, ma il forte atleta mantovano già avvezzo a queste competizioni non sbaglia la seconda prova e in terza esegue splendidamente i 135kg validi come minimi per Rio, per lui si aprono i sogni di una possibile qualificazione.
Ultima in ordine di tempo, ma non di importanza, a scendere in pedana è la punta di diamante della Nazionale, Martina Barbierato; esegue una gara perfetta tre alzate valide su tre, 70, 80, 82kg che sono i suoi primati personali e conferma il pass per Rio, brava Martina!

Per Cattini e la Barbierato sono arrivati due sesti posti al termine di ottime prestazioni che li hanno visti centrare i minimi per poter esser inseriti nella ranking di qualificazione per le Paralimpiadi di Rio. Forte, al debutto in campo internazionale, ha chiuso invece con un dodicesimo posto.
Si chiude così la spedizione italiana che dopo un periodo di meritato riposo riprenderà ad allenarsi. I prossimi appuntamenti con le gare di Pesistica Paralimpica saranno a novembre, prima con i Campionati Italiani, poi per un’altra trasferta internazionale, quella dei Campionati Europei di Eger, in Ungheria.