NEL CUORE DELLA CITTÀ- DEFIBRILLATORI PER LE SCUOLE, LO SPORT E I CITTADINI

Quattro nuovi defibrillatori e il progetto “Batticuore 2017”

Per promuovere nei giovani comportamenti responsabili per la salute: un progetto di sensibilizzazione e nuovi defibrillatori nel cuore della città.

Sono stati installati nel cuore della città e possono salvare la vita: i 4 nuovi defibrillatori che vengono presentati oggi rappresentano un importante incremento di sicurezza per la salute di tutti i cittadini e i passanti.

Sono stati collocati in luoghi ad elevato passaggio di persone, ovvero in piazza Garibaldi (incrocio via Farini), piazza della Pace (c/o incrocio via Melloni), piazza Dalla Chiesa (lato Velostazione) e Barilla Center, a cui prossimamente seguiranno via D’Azeglio, Duc e Parco della Cittadella (ex Ostello). Questa mattina è stato presentato il defibrillatore collocato in piazza Garibaldi.

Al momento hanno partecipato: il sindaco del Comune di Parma, Federico Pizzarotti; l’assessore allo Sport, Giovanni Marani; il comandante della Polizia Municipale Gaetano Noè; Aluisi Tosolini, dirigente Scolastico del Liceo Scientifico-Sportivo Bertolucci; Paolo D’Arrico responsabile infrastrutture e servizi generali CEDACRI S.p.A.; Roberto Delsignore, presidente Fondazione MonteParma e Giorgio Delsante, presidente Fondazione Munus.

“Sono previste in città 7 colonnine con defibrillatore – ha spiegato il sindaco Federico Pizzarotti - inauguriamo le prime grazie al contributo di Fondazione Monte Parma ed a un lavoro di squadra fatto con i diversi soggetti e sostenitori che partecipano a questo progetto e che ringrazio”.

Soddisfazione è stata espressa da Roberto Delsignore, presidente di Fondazione Monte Parma. “Abbiamo accolto con slancio questo progetto – ha spiegato il presidente – ed abbiamo previsto i fondi utili per fare una buona formazione, indispensabile per un utilizzo consapevole di queste apparecchiature”.

L’assessore allo sport Giovanni Marani ha parlato di un progetto di consapevolezza e di responsabilità che coinvolge tutta la città grazie ai diversi attori coinvolti che ringrazio.

Paolo D’Arrico, responsabile infrastrutture e servizi generali CEDACRI S.p.A., ha ricordato come CEDACRI si sia dotata da tempo di defibrillatori: strumenti semplici ma molto importanti unitamente ai corsi di rianimazione cardio polomonare.

Il comandante della Polizia Municipale, Getano Noè, ha parlato di maggiore sicurezza grazie al defibrillatore installato nel mezzo mobile della Polizia Municipale che si occupa di incidenti e che potrà essere utilizzato da un team di agenti che hanno effettuato un opportuno addestramento formativo.

Giorgio Delsante, presidente Fondazione Munus, ha ricordato la missione della Fondazione che si ispira ai principi del dono, della gratuità e della solidarietà.

Aluisi Tosolini, dirigente scolastico del Liceo Bertolucci, ha ricordato come il progetto abbia coinvolto diversi studenti che si sono impegnati in prima persona nella sua realizzazione .

L’installazione e l’entrata in operatività dei 4 nuovi defibrillatori da parte dell’Amministrazione Comunale si accompagna alla presentazione della seconda annualità del progetto “Batticuore 2017”, capofila Liceo Bertolucci, finalizzato a promuovere nei giovani l’adozione di comportamenti responsabili rispetto la propria salute e quella altrui, realizzare iniziative di formazione rivolte agli studenti per promuovere la conoscenza delle tecniche di primo soccorso, nelle scuole di Parma e provincia.

Il Progetto Batticuore è sostenuto economicamente da Cedacri Spa e formerà quest’anno 600 ragazzi sul tema del primo soccorso, attraverso 4 Centri di Formazione: Croce Rossa, Assistenza Pubblica, Seirs- Croce Gialla e FiFor dell’Azienda Usl.

Quest’anno ai 4 defibrillatori destinati al centro cittadino da parte dell’Amministrazione Comunale, si sono aggiunti i 3 donati da Fondazione MonteParma che, a partire dal prossimo mese di marzo sosterrà economicamente la formazione per circa 80 persone (commercianti e non solo) la cui attività lavorativa si trova nelle vicinanze immediate dei totem installati.

Oltre all’installazione dei defibrillatori, il Comune di Parma si è proposto, come risultato da raggiungere, di avviare un progetto frutto della capacità di fare sistema fra i tanti attori coinvolti, per diffondere e sensibilizzare un nuovo approccio culturale e di sensibilizzazione civica, che sarà promosso da una campagna di comunicazione che si svolgerà tra marzo/giugno.

Questo anche grazie a Munus, garante del “Fondo Sport in salute e in sicurezza”, che rappresenta il plus di questo progetto: attraverso raccolte fondi e donazioni sarà in grado di coinvolgere nella prevenzione tutta la cittadinanza di Parma.

L’Amministrazione Comunale ha acquistato, già nel dicembre 2015, 40 defibrillatori, ha provveduto all’installazione nelle palestre scolastiche (a beneficio degli studenti la mattina ed in orario extrascolastico delle società sportive) ed in impianti al chiuso, ne è stato affidato 1 alla Polizia Municipale per il furgone dell’infortunistica stradale (facendo seguito al un corso di formazione effettuato da molti vigili) ed un altro è stato affidato ai City Angels, opportunamente istruiti sulle sue funzionalità, ai quali spetta il compito del controllo quotidiano dell’operatività dei defibrillatori collocati all’aperto in città.

Progetto “Batticuore 2017″

Lo scorso anno il progetto ha investito nella formazione di 300 bambini/ragazzi , mentre160 insegnanti hanno effettuato il corso BLS-D; quest’anno invece sono 600 gli alunni che si stanno formando in incontri programmati e gestiti dai 4 Centri di Formazione impegnati nel progetto: Croce Rossa, Assistenza Pubblica, Seirs- Croce Gialla e FiFor dell’Azienda Usl.

La finalità è quella di promuovere nei giovani l’adozione di comportamenti responsabili rispetto la propria salute e quella altrui, diffondere e valorizzare le iniziative di formazione rivolte agli studenti per diffondere la conoscenza delle tecniche di primo soccorso.

Nell’ambito delle iniziative di educazione alla salute, il progetto intende anche dare impulso, all’organizzazione di campagne di informazione ed educazione sanitaria rivolte a tutto il personale scolastico e alla cittadinanza intera, in modo da ampliare inoltre il numero di persone informate sulle manovre di primo soccorso in situazione di urgenza/emergenza.

Il progetto prevede per l’anno scolastico 2016/2017 la diffusione degli incontri formativi in altre scuole di Parma e provincia.

Il Liceo Bertolucci è la scuola capofila di questa progettazione e sarà affiancato dall’ I.S.I.S.S. Pietro Giordani”, in modo da costruire reti di collaborazione tra istituzioni diverse del territorio; – informazione/formazione tramite consegna di supporto informatico; – coinvolgimento attivo dei soggetti interessati; organizzazione di una giornata del primo soccorso con manifestazione di mass training.

destinatari del progetto sono:

Scuola Primaria Corazza, 4 classi

Scuola Secondaria I grado di Colorno, 2 classi

IC Parmigianino, 5 classi scuola secondaria I grado, 3 classi scuola primaria

IC Toscanini, 4 classi scuola secondaria I grado, 3 classi scuola primaria

IC Collecchio, 5 classi scuola secondaria I grado, 6 classi scuola primaria

IC Fontanellato: 1 classe scuola secondaria I grado Fontevivo, 2 classi primaria Fontanellato, 2 classi primaria Fontevivo, 4 classi primaria Pontetaro.

A4-DAE-PR

Salva

Salva