Un Po di Sport: la riviera del Grande Fiume si mette in mostra

Dal 29 agosto al 4 ottobre oltre 50 eventi sportivi per la promozione culturale, gastronomica e turistica del territorio fluviale. Tappa a Mezzani, Casalmaggiore, San Secondo P.se, Colorno, Sissa-Trecasali, Torrile e Sorbolo

“Un Po di Sport” nasce da un’idea di Abili allo Sport, l’associazione di comunicazione e promozione sociale dello sport disabile e ha trovato subito il sostegno di amministrazioni pubbliche, enti, Università, associazioni locali e imprese private, unite dalla volontà di valorizzare le iniziative già attive sul territorio, mettendole in rete per creare un circuito virtuoso delle eccellenze locali. Questo network sportivo, culturale ed enogastronomico è a disposizione degli utenti anche sul web, grazie al portale dedicato www.unpodisport.it, dove scoprire il programma dettagliato e le peculiarità di ogni tappa, oppure accedendo ai canali social di Facebook, Twitter, Youtube e Instagram per interagire con i promotori utilizzando l’hashtag ufficiale #unpodisport.

Nell’anno in cui l’Italia ospita Expo anche la riviera del Grande Fiume si mette in mostra, presentando le numerose risorse naturali, culturali ed enogastronomiche delle sue rive. E lo fa partendo dallo sport, dal contributo che la pratica motoria offre per il benessere psico-fisico di tutta la popolazione, diventando al contempo un importante volano per la valorizzazione turistica del territorio.

Si basa su questi principi “Un Po di Sport”, l’innovativo progetto di promozione dell’area rivierasca, del suo patrimonio ambientale, umano e storico che attraverserà i paesi del Grande Fiume dal 29 agosto al 4 ottobre. Un mese di eventi con oltre 50 appuntamenti sportivi e culturali, 7 comuni coinvolti, 2 province (Parma e Cremona) con 500mila abitati residenti, 12 specialità enogastronomiche tipiche da assaporare. E poi, incontri sul tema della nutrizione e dei corretti stili di vita, escursioni naturalistiche, mostre, spettacoli lungo le rive del fiume più grande d’Italia.

Un festival itinerante che collegherà la sponda parmense con quella lombarda, facendo tappa a Mezzani e Casalmaggiore (29-30 agosto), San Secondo P.se (6 settembre), Colorno (12 settembre), Sissa-Trecasali (20 settembre), Torrile (26-27 settembre) e Sorbolo (2-3-4 ottobre), per un “gustoso assaggio” del territorio e delle sue numerose risorse, a partire dal fiume Po

SPORT, CULTURA, ENOGASTRONOMIA

Tantissime le discipline protagoniste del festival che si alterneranno di tappa in tappa, con dimostrazioni da parte di atleti professionisti e la possibilità per il pubblico di partecipare ai diversi sport, anche alla presenza di importanti campioni, come i canottieri Antonio Rossi e Gianluca Farina o le neo campionesse italiane di volley della Pomì Casalmaggiore.

Fra gli sport proposti ci sono: Beach Volley, Beach Rugby, Beach Soccer, Canottaggio, Mountain bike, Handbike, Scherma, Triathlon, Baseball, Rugby, Judo, Tiro con l’arco, Sci nautico, Calcio a 5, Karate, Calcio balilla, Ping Pong, Running, Boxe, Pesca e tanti altri ancora.

Il programma di ogni comune prevede molteplici iniziative, organizzate in aree tematiche: Un Po di Sport, Un Po in Tavola, Un Po di Terra, Un Po di Parole, Un Po di Musica. “Un Po di Sport” raggruppa le discipline motorie protagoniste della giornata; “Un Po in Tavola” offre la possibilità di degustare le eccellenze culinarie dei Comuni coinvolti: Anolino morbino di Mezzani, Tortelli di zucca di Casalmaggiore, Spalla Cotta e vino Fortana di San Secondo, Spalla Cruda e birra artigianale di Sissa, torta fritta e vino Lambrusco di Torrile, salumi tipici della Bassa e Tortel Dols di Colorno, Parmigiano Reggiano di Sorbolo, Tortelli d’erbetta di Parma; “Un Po di Parole” e “Un Po di Musica” sono gli spazi dedicati all’intrattenimento live con spettacoli, incontri e presentazioni; “Un Po di Terra” raggruppa le visite e le iniziative per scoprire le bellezze naturalistiche, storiche e culturali dei luoghi.

SPORT E PROMOZIONE SOCIALE

Ogni tappa ospiterà una gara del Torneo dei Giochi “Un Po senza frontiere”, al quale parteciperanno le rappresentative dei Comuni promotori della manifestazione e del Comune di Parma. Dieci gare dedicate ad altrettanti sport, disputate da squadre di diverse età, dai bambini ai seniores. Ogni sfida concorrerà alla definizione di un punteggio complessivo; il Comune vincitore sarà premiato con un benefit a favore delle attività sportive e scolastiche del proprio territorio. La manifestazione è, quindi, una grande un’occasione non solo per praticare attività motoria, ma anche per promuovere lo sviluppo sociale della comunità. Lo dimostra anche lo spazio che sarà dedicato alla campagna di comunicazione sociale “Portiamoli a Rio”, a sostegno degli 11 atleti parmigiani in corsa per le Paralimpiadi 2016.

Lo sport diventa così cultura, sviluppo territoriale, integrazione. Senza alcune distinzione, come nella filosofia degli organizzatori, per un’accessibilità diffusa della pratica motoria, perché l’attività fisica può e deve diventare una risorsa per lo sviluppo sostenibile del pianeta e dell’uomo: temi centrali di Expo 2015, dove “Un Po di Sport” sarà presentato per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche della pratica sportiva e dell’adozione di corretti stili di vita.

EXPO DELLA RIVIERA DEL GRANDE FIUME

L’inaugurazione dell’Expo della riviera del Grande Fiume è in programma il 29 agosto al Porto Fluviale di Mezzani, alla presenza di tutti i Comuni coinvolti, in contemporanea con una delle tappe di “In viaggio verso Expo”, il tour enogastronomico organizzato dall’associazione di cuochi ChefToChef capitanata da Massimo Spigaroli. Gli chef stellati che stanno attraversando il Po sulla nave Stradivari per raggiungere Milano, si fermeranno proprio a Mezzani, offrendo a chi lo desidera la possibilità di salire a bordo per una cena d’autore. “Un Po di Sport” proseguirà il giorno dopo quando Mezzani e Casalmaggiore saranno collegate da un servizio di trasporto fluviale per raggiungere l’area sportiva allestita sullo “spiaggione” del Grande Fiume e proseguirà in settembre a San Secondo, Colorno, Sissa-Trecasali, Torrile, fino al gran finale, in concomitanza con la Fiera di Sorbolo, il 2-3-4-ottobre.

A Sorbolo, il 3 ottobre, è inoltre in programma il Convegno sul rapporto tra sport e sana alimentazione, a cui parteciperanno esponenti del mondo accademico, imprenditori, professionisti della salute, per un confronto aperto sull’importanza di adottare corretti stili di vita e contribuire così a un futuro sostenibile.