Lo sport ci starà sempre vicino

Questo maledetto virus, tra i tanti danni che sta facendo, ha impedito anche lo svolgimento degli eventi sportivi. Stavamo organizzando la primavera, che da sempre ci vede impegnati a portare lo sport paralimpico in mezzo alla gente, per fare cultura di sport, cultura di disabilità, insieme ad altre realtà, in rete, come abbiamo sempre lavorato.

Ora si è fermato tutto e la nostra associazione entrata in difficoltà ha deciso di chiudere, consapevoli di aver contributo a diffondere la crescita della cultura dello sport paralimpico, ringraziamo fin d’ora tutti.

Quindi con le poche risorse rimaste abbiamo pensato di aiutare chi ne ha più bisogno e, con l’aiuto di Anmic, abbiamo individuato una famiglia numerosa che da qualche mese vive un momento di difficoltà.
La disabilità di uno dei figli che gli nega il lavoro a cui avrebbe diritto, altri due ragazzi in età scolastica, un grave problema di salute per il papà, artigiano, che gli impedisce di lavorare e quindi di portare a casa lo stipendio, la mamma che dovrebbe pensare alla famiglia e che invece è costretta a inventarsi un lavoro per poter mettere insieme pranzo e cena. Ma ora che è tutto fermo, anche quell’entrata, quell’unica entrata, non c’è più.
Insomma, abbiamo pensato che questi soldi (non un’esagerazione, ma sicuramente abbastanza per fare qualche spesa) potessero dare un aiuto concreto.
Ce lo ha insegnato lo sport. Grazie a tutti e #andràtuttobene